35 Settimana di Gravidanza al Ottavo Mese

Trentacinquesima settimana di gravidanzaDurante la trentacinquesima settimana di gravidanza, il feto, pronto per il parto, è lungo circa 44 centimetri e pesa 2,5 kg.A partire dalla trentacinquesima settimana di gravidanza, il bambino può considerarsi realmente pronto per nascere. La futura mamma deve essere pronti, in quanto il bambino potrebbe nascere da un momento all’altro, anche se la nascita risulterebbe in anticipo rispetto al termine fissato.

La donna, avvicinandosi il fatidico giorno, inizia a fantasticare e sognare il proprio bambino. Spesso, le future mamme si interrogano su come sarà il loro bambino, se assomiglierà più a loro oppure al papà, come diventerà da grande e molto altro ancora.

La futura mamma, mano a mano che la data del parto si avvicina, sente crescere dentro di lei un senso di ansia e di agitazione per il lieto evento, sempre più prossimo.
L’ansia potrebbe essere, almeno in parte, limitata da una visita nel reparto maternità, dove il bambino, fra poco, nascerà.

Non è necessario aspettare le ultimissime settimane di gestazione, si può infatti visitare il reparto maternità addirittura intorno alla ventesima settimana di gravidanza.

La gestante, infatti, durante questo periodo, potrebbe avvertire una sempre più forte esigenza di visitare le varie strutture dell’ospedale, in cui il suo bambino nascerà e, in particolare, sentirà la necessità di fare una visita nella sala parto, al fine di sentirsi più tranquilla riguardo al parto e all’assistenza sanitaria, che riceverà in quello specifico momento.

Generalmente, le donne optano per il parto in ospedale, ritenendo quest’ultimo un luogo più sicuro ed idoneo per la nascita del proprio figlio, mentre altre donne, attualmente una minoranza, decidono per il parto in casa, con l’assistenza di un’ostetrica di fiducia.

Solitamente, una donna, che si trovi a dover affrontare il suo primo parto, opta per il parto in ospedale per diversi motivi, primo fra tutti quello per cui in ospedale sono presenti diversi medici e, in generale, sanitari che sono specializzati nell’affrontare le più svariate situazioni di emergenza, grazie, anche, all’ausilio di tecniche ed attrezzature tra le più moderne.

Inoltre, alcuni farmaci analgesici possono essere somministrati solo in ospedale da un medico specializzato, quindi, la donna, con la paura che il travaglio possa essere molto doloroso e che debba ricorrere all’uso di analgesici, decide per il parto in ospedale. Tutti questi fattori rassicurano molto la futura mamma, che si ritroverà ad affrontare il parto in maniera più serena e tranquilla.

Altre donne, magari dopo aver avuto l’esperienza del parto in ospedale, decidono per i parti successivi di dare alla luce il loro figlio in casa. Queste future mamme ritengono l’esperienza del parto in casa come più piacevole e più rilassante sia per loro stesse che per il bambino, si ritrovano in un ambiente familiare, più confortevole, dove possa sentirsi libere di comportarsi, senza doversi sentire, necessariamente, come delle pazienti.

Titolo articolo: Feto a 35 Settimane

Perché non condividi queste Info?

1 Ragazza ha risposto

  1. Trovo molto interessante questo articolo sulla 35a settimana di gravidanza. Potrebbe fornire lo spunto per una discussione sul parto in casa o in ospedale con i vari pro e i contro!Ciao

Qual è la tua opinione?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *