Dieta post-parto: la pancia piatta torna dopo cinque mesi (e un po’ di lavoro)

Se c’è una cosa che minaccia la pancia piatta, sono i figli.
Adorabili, eh, e dopo qualche anno contribuiscono a mantenere uno stile di vita attivo, ma farli – non è una notizia – mette a dura prova il corpo delle donne, che spesso dopo il parto vogliono subito mettersi a dieta per recuperare la forma perduta.

Dimagrire subito dopo il parto?

Immediatamente dopo aver partorito non si ci si può imbarcare in una dieta drastica ad acqua e insalata scondita
A parte il fatto che un comportamento simile è di per sé una sciocchezza, specie se si desidera mantenere la forma conquistata e la pancia piatta, una neomamma deve allattare e deve, pertanto, garantire al suo bambino tutti i nutrienti di cui ha bisogno, oltre al fatto che ora è diventata responsabile per due e deve avere totale cura anche della propria salute, mantenendosi il più possibile sana ed energica (cosa che deve fare anche se deve ricorrere al latte artificiale).

Per questo, nel periodo dell’allattamento è raccomandato seguire una dieta variata, ricca di vitamine e sali minerali, quindi via libera alla verdura e, con più moderazione, ai semi oleosi, ricchi di omega3 e omega6.
Calcio e magnesio, minerali di cui il corpo della mamma si priva per produrre latte, possono essere integrati con formaggi, uova e cioccolato fondente, naturalmente senza abusarne, se non si vuole allontanare troppo l’obiettivo “pancia piatta”.

Per non perdere tono muscolare e mantenere il metabolismo attivo, il rimedio indispensabile è praticare regolarmente attività fisica. Poiché il tempo e le energie scarseggiano, occorre ingegnarsi e trovare un posto tranquillo dove andare a spingere speditamente la carrozzina, così da riuscire a fare una passeggiata a ritmo sostenuto di almeno venti minuti continuativi (no: un’ora in città a passo “vetrina” e fermandosi continuamente ai semafori non è equivalente).

In questo modo, anche se i pasti saranno un po’ più nutrienti di quanto non si vorrebbe, si limiteranno i danni e ci si riavvicinerà gradatamente al peso forma di prima di diventare mamma.

  

Cinque mesi dopo il parto si pensa alla linea

Trascorso il periodo dell’allattamento, in cui, comunque, l’organismo della mamma ha bruciato mediamente cinquecento calorie in più al giorno, si possono tirare le fila della situazione e correre ai ripari se è ancora necessario perdere peso.

I metodi per dimagrire sono sempre gli stessi, anche quando si tratta di dieta post-parto: alimentazione corretta ed equilibrata (senza stravizi e senza compensare con porzioni troppo abbondanti), giusto movimento (esercizi mirati, adatti alla persona, all’obiettivo ed eseguiti correttamente), costanza…
La vita della mamma è radicalmente cambiata. Consumare i pasti a orari regolari diventa un’impresa, di cucinare qualcosa di speciale per sé non se ne parla, i dieci minuti per fare un po’ di cyclette sono scomparsi, figuriamoci se c’è la mezz’ora necessaria a fare una corsetta.
Qui entrano in gioco l’organizzazione e la disciplina, le vere alleate della linea di chiunque voglia dimagrire, e in particolare di chi conduce una vita molto piena.

Eppure certe donne ce la fanno. Anche se la gravidanza le ha appesantite, dopo pochi mesi le rivediamo più in forma che mai.
È proprio grazie alle poche che ritrovano la pancia piatta poco dopo il parto, però, che sappiamo che è possibile e che non dobbiamo scoraggiarci!

E tu?
Sei diventata mamma e sei tornato subito in forma?
Oppure stai ancora combattendo con quei rotolini che proprio non se ne vogliono più andare?

Vieni a condividere i tuoi consigli o a chiedere suggerimenti sulla mia pagina Facebook Page.
Parliamo di come perdere peso e ritrovare la pancia piatta, ci sono tanti consigli interessanti e spunti di riflessione utili!

Pubblicato da il